Monitoraggio della CO2 in serra

I livelli di anidride carbonica in combinazione con temperatura, umidità e intensità luminosa sono i fattori più importanti per la qualità e la produttività della crescita delle piante nelle serre.

Il costante monitoraggio di questi parametri ambientali fornisce dati al coltivatore per comprendere meglio come questi fattori influenzano la crescita e come aumentare la produttività delle colture.

La CO2 è uno degli ingredienti chiave della fotosintesi, è essenziale per la crescita delle piante. Il suo monitoraggio in una serra, consente l'ottimizzazione delle condizioni ambientali, con conseguente crescita più efficiente delle piante e maggiore resa delle colture.

Il monitoraggio nelle serre può essere un compito difficile da eseguire in modo efficace e senza sprecare risorse e tempo per l'installazione e la manutenzione dei dispositivi. Pertanto, le soluzioni di monitoraggio wireless offrono un'ottima alternativa ai sistemi cablati. Possono fornire il monitoraggio remoto 24/7 per una varietà di parametri tra cui CO2.

CO2 e fotosintesi

L'anidride carbonica (CO2) è un gas naturale, ad alte concentrazioni, è pericoloso per l'uomo, ma essenziale per lo sviluppo delle piante.

La fotosintesi è il processo che comporta una reazione chimica tra acqua e anidride carbonica (CO2) in presenza di luce per produrre zuccheri per le piante e come sottoprodotto rilascia ossigeno nell'atmosfera. L'anidride carbonica è un gas incolore e inodore nell'atmosfera ma ha un ruolo importante nel sostenere la vita.

Il tasso di crescita delle piante è fortemente influenzato dalla concentrazione di CO2 nella serra, pertanto i livelli di CO2 devono essere monitorati e controllati per uno sviluppo ottimale. La concentrazione necessaria dipende dal tipo di pianta, con un livello di crescita ottimale pari a 1.000 ppm (parti per milione) per la maggior parte delle colture.

La fotosintesi attiva può ridurre la concentrazione di CO2 in serra a un livello di 200 ppm, che è troppo basso e influisce negativamente sulla crescita della pianta. Pure un livello troppo alto di CO2 non è vantaggioso. Le piante sono più sensibili alle alte concentrazioni di CO2 rispetto all'uomo e mostrano danni come le foglie bruciate a livelli elevati.

 

 Cose da ricordare:

  1. L'aumento della fotosintesi comporta un aumento dei tassi di crescita e della produzione di biomassa.
  2. Se i livelli di CO2 vengono monitorati e le piante adattate hanno una maturità anticipata si possono raccogliere più raccolti ogni anno. La riduzione del tempo alla maturità può aiutare a risparmiare sui costi di calore e fertilizzazione.
  3. Non permettere mai che la CO2 superi i requisiti dell'impianto. Avere un sistema di allarme quando il livello di CO2 raggiunge 2 000 ppm e sotto 200 ppm è importante;
  4. Monitorare sempre i livelli di CO2 attraverso i sensori e regolare al livello richiesto.
  5. Inoltre, monitorare le condizioni di crescita come illuminazione, temperatura e umidità per rendere più efficace il monitoraggio della CO2. 

Monitoraggio wireless di CO2 con Aranet

Le soluzioni di monitoraggio wireless sono costituite da stazioni base con connettività al cloud o server Web locali incorporati per l'archiviazione e l'analisi dei dati dei sensori wireless che misurano diversi parametri ambientali come la CO2.

L'applicazione di sensori nelle serre, fornisce un monitoraggio costante dei parametri scelti. Offrono la raccolta centralizzata di dati critici in tempo reale e la possibilità di utilizzare software per la visualizzazione, l'analisi e il confronto dei dati in qualsiasi momento da qualsiasi dispositivo.

I costi operativi associati al monitoraggio stanno diminuendo grazie alle tecnologie dei sensori wireless che aiutano a rendere il processo di installazione semplice, rapido ed economico, senza necessità di pianificazione o preparazione approfondite. Inoltre, i sensori wireless possono inviare avvisi quando vengono superate determinate soglie di parametro. Informando così di agire preventivamente ed evitare danni legati a circostanze impreviste.

Le nuove tecnologie offrono sensori wireless in grado di funzionare fino a 10 anni senza sostituzione della batteria e in grado di fornire un raggio di ricezione di più chilometri che consente di distribuire i sensori in aree estese.

Rispetto ai sistemi cablati, i sistemi di monitoraggio wireless già dall'installazione, sono veloci, convenienti e facili. Inoltre, è facile riposizionare i punti di misurazione, spostando i sensori da una posizione all'altra all'interno di un intervallo di comunicazione della stazione base.

Caratteristiche e vantaggi per i sistemi di monitoraggio wireless:

  • Installazione facile e veloce;
  • Sistemi convenienti a soluzione completa;
  • Durata della batteria del sensore di 2 anni;
  • Distanza di ricezione di almeno 3 km;
  • 100 sensori per stazione base;
  • Monitoraggio 24/7;
  • Funzionalità di avviso tramite SMS o e-mail;
  • Letture dei dati in tempo reale;
  • Software avanzato di analisi dei dati;