Agroforestazione

L'agricoltura è uno dei maggiori fattori di deforestazione.

Ma l'agroforestazione dimostra che l'agricoltura e gli alberi non solo possono coesistere, ma possono anche prosperare insieme. Attualmente, Ecosia sostiene 37 progetti agroforestali nei cinque continenti. 26.722.974 alberi e oltre, sono stati piantati in sistemi agroforestali. Ma cos'è esattamente l'agroforestazione? E perché gli agricoltori scelgono di piantare più alberi?

 

Che cos'è l'agroforestazione?
Una definizione breve e semplice di agroforestazione è agricoltura con alberi.

 

I sistemi agroforestali sono vari. Sono spesso progettati intenzionalmente per imitare gli ecosistemi forestali, apportando benefici sia ecologici che economici ai terreni agricoli e agli agricoltori. Questo è anche noto come consociazione. Gli animali possono anche essere integrati nei sistemi agroforestali.

L'agricoltura è uno dei maggiori fattori di deforestazione.

Ackerpulco è un'azienda agricola vegana, coltivano ortaggi rigenerando il terreno utilizzando metodi di compostaggio innovativi.

Foto di Joshi Gottlieb

Instagram

Perché l'agroforestazione è importante?

L'agricoltura oggi ha molte insidie ​​per le persone e per il pianeta. In poche parole, l'attuale sistema agricolo è stato istituito negli anni '50, quando la sicurezza alimentare era in prima linea nelle politiche pubbliche. Con le proiezioni di crescita esponenziale della popolazione, la domanda clamorosa era: come daremo da mangiare a tutti?

Di conseguenza, l'agricoltura è passata a pratiche industriali che sono riuscite a massimizzare la produzione alimentare riducendo i costi. Suona benissimo, vero? Ma il basso costo al dettaglio e l'elevata produzione di cibo industrializzato sono accompagnati da cartellini dei prezzi ambientali e sociali molto elevati e una data di scadenza.

Oggi, il settore agricolo è uno dei maggiori contributori al cambiamento climatico e al degrado ambientale. L'agricoltura emette il 26% di tutte le emissioni di gas serra e occupa il 50% della superficie abitabile. A causa della deforestazione e delle monocolture, l'agricoltura industriale ha sostituito un gran numero di ecosistemi diversi con paesaggi sempre più aridi e fertilità del suolo in diminuzione. I cicli dell'acqua sono stati disregolati. I raccolti stanno fallendo. Come daremo da mangiare a tutti è ancora una volta la grande domanda.

È qui che gli alberi possono aiutare. Piantare alberi su terreni agricoli può portare alla produzione di cibo più nutriente, il tutto sequestrando il carbonio dall'atmosfera, migliorando la fertilità del suolo, prevenendo l'erosione e regolando i cicli dell'acqua

Quali sono i vantaggi dell'agroforestazione?

  • Dalle foglie alle radici e ai tronchi intermedi, gli alberi sono fondamentali per rigenerare gli ecosistemi e coltivare il cibo in un modo che sia positivo per le persone e il pianeta.

  • In superficie, gli alberi sono dei frangivento, impedendo l'erosione del suolo. Sotto, le loro radici di vasta portata fungono da sistema di filtraggio, impedendo alle forti piogge di erodere la terra. Le loro radici sono anche responsabili della fissazione dell'azoto nel terreno, del miglioramento della fertilità del suolo e della diminuzione della dipendenza degli agricoltori dai fertilizzanti. Grazie alle foglie degli alberi, le colture beneficiano dell'ombra. Quando le foglie cadono a terra e si decompongono, creano biomassa, migliorando la fertilità del suolo.

  • Molti alberi producono frutta, noci, medicinali, resine e gomme, che aumentano e diversificano il reddito degli agricoltori, il tutto sequestrando il carbonio dall'atmosfera.

  • In Senegal, dove il cambiamento climatico e la malnutrizione sono una realtà per molte persone, si stanno creando abbondanti foreste alimentari per gli agricoltori e le loro famiglie. Le monocolture di mais e arachidi introdotte durante il colonialismo hanno lasciato i raccolti insoddisfacenti e insostenibili a causa dell'aumento delle temperature. Ora, gli alberi hanno riportato ombra e umidità alla terra, creando microclimi in modo da poter coltivare una grande varietà di colture durante tutto l'anno, anche nella stagione secca.

  • In Colombia, si piantano alberi nelle terre dove le piantagioni di caffè hanno dominato negli ultimi tempi. Dopo anni di deforestazione e agricoltura intensiva, gli alberi consociati con le piante di caffè hanno finalmente dato al suolo impoverito, il nutrimento di cui ha bisogno. I mezzi di sussistenza degli agricoltori sono stati migliorati, diminuendo la loro dipendenza da fertilizzanti e pesticidi fornendo al contempo un reddito alternativo praticabile ad altre industrie locali, ma distruttive, come l'estrazione mineraria e il pascolo del bestiame.

  • Dall'altra parte dell'Atlantico, la Spagna è un fulcro per la produzione alimentare europea, ma la deforestazione ha ridotto rapidamente in polvere i terreni agricoli. Ora si piantando alberi per invertire la desertificazione e trasformare i terreni agricoli aridi in foreste alimentari guidate dalla comunità. Le forti piogge hanno precedentemente spazzato via il terriccio, trasportando fertilizzanti chimici nei fiumi, inquinando i sistemi idrici di questa regione. Radicando nel terreno, gli alberi aiutano a disgregare il terreno duro ed esposto al sole. Man mano che questi sistemi di radici crescono, aumenta anche la capacità del suolo di trattenere e filtrare l'acqua.

AGROFORESTAZIONE

Il futuro dell'agricoltura

"Il modo in cui viene prodotto gran parte del cibo deve cambiare e gli alberi fanno parte di quel quadro. Gli agricoltori stanno piantando alberi per sfruttare il potere della biodiversità degli ecosistemi invece di scavarli".

AGROFORESTAZIONE

Articolo di Ceri Flook

Marketing Assistant at Ecosia 🌳